english espanol francais
Sei in: Home arrow Le news arrow CIBI OD INTEGRATORI CONTENENTI FIBRA DI AVENA E DISLIPIDEMIE arrow Notizie arrow Ultime 




A.L.B.A. SOSTIENE LA CAMPAGNA
GIU' LE MANI DAI BAMBINI

Sito Ufficiale della Campagna Nazionale Giu Le Mani Dai Bambini

TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Le news Notizie Ultime

Cerca per tag : SOIA, NUTRIZIONE, PROTEINE, emicrania, mal di testa


CIBI OD INTEGRATORI CONTENENTI FIBRA DI AVENA E DISLIPIDEMIE PDF Stampa E-mail
Tuesday 01 April 2008

Rating 0.0/5 (0 vote)

European e American Journal of Clinical Nutrition


Cibi ricchi di beta-glucano, come l'avena, sono un'arma naturale per 'battere' il colesterolo e, quindi, ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Questo il risultato della 'Review scientifica sul beta-glucano' presentata a Milano da Vincenzo Mirabile, medico gastroenterologo e nutrizionista e da Giovanni Calì, specialista in cardiologia.

Il rapporto, 'stilato' in occasione del recente Congresso Nazionale della Società Italiana di Nutrizione Umana, è il risultato di un'analisi della letteratura scientifica sull'effetto delle fibre d'avena, e in particolare del beta-glucano, nella riduzione dei livelli di colesterolo.

 

"L'ipercolesterolemia è caratterizzata da una concentrazione plasmatica di colesterolo superiore ai valori medi registrati nella popolazione adulta sana - ricorda Calì - A mettere a rischio cuore e vasi è, in realtà, l'iperlipoproteinemia Ldl, in cui i livelli plasmatici di lipoproteine Ldl (colesterolo cattivo) producono un significativo deposito di colesterolo sulle pareti vascolari arteriose, favorendo la formazione di placche aterosclerotiche". Queste placche possono originare l'occlusione parziale o totale del vaso arterioso, o la formazione di emboli.

 

Per difendere la salute del cuore sono fondamentali interventi mirati a ridurre il 'colesterolo cattivo', insieme al controllo del peso, a quello della pressione e della glicemia, e all'attività fisica. Cruciale, dunque, "l'adozione di un regime alimentare a basso contenuto di grassi saturi". Recenti studi hanno evidenziato l'effetto delle diete a elevato contenuto di fibre. Fra i cereali integrali, l'avena si caratterizza per alcune proprietà uniche, dicono gli esperti. Contiene, infatti, in quantità nutrizionalmente e funzionalmente rilevanti, il beta-glucano: un polisaccaride che ha dimostrato in numerosi studi scientifici la capacità di ridurre i livelli di colesterolo. Inoltre questa sostanza si comporta da prebiotico: favorisce la selezione e la crescita nell'intestino della flora batterica che, fermentando, determina la produzione di acidi grassi a catena corta.

 

Questi, spiegano gli esperti, hanno come effetto immediato un abbassamento dell'indice glicemico, e di conseguenza una riduzione dell'insulinemia. L'avena (naturalmente ricca di beta-glucano) è, dunque, un alimento che, con il supporto di uno stile alimentare corretto, svolge un'azione di protezione del sistema cardiovascolare in modo naturale. La fibra grezza, soprattutto quella idrosolubile contenuta in molti alimenti come ortaggi, frutta, verdura, legumi, ha un effetto sinergico con il beta-glucano d'avena, contribuendo a normalizzare la colesterolemia in modo fisiologico.

 

"I nutrizionisti, generalmente, si battono perché l'alimentazione sia più naturale possibile e quindi preveda cibi nutrienti che possano fornire tutta la loro potenzialità sia dal punto di vista organolettico, che da quello squisitamente dietetico - dichiara Mirabile - Per quanto riguarda l'avena si può affermare che, oltre a svolgere un ruolo efficace nella riduzione del rischio cardiovascolare e del diabete di tipo 2, può essere inserita con successo in ogni tipologia di dieta, grazie anche alla sua semplicità. Tre grammi al giorno di beta-glucano è la quantità ideale - conclude - per ottenere un effetto statisticamente significativo di riduzione del colesterolo Ldl negli adulti

Ultimo aggiornamento ( Sunday 22 February 2009 )
 
< Prec.   Pros. >