english espanol francais
Sei in: Home arrow Le news arrow RUOLO NUTRIZIONALE SOIA arrow Notizie arrow Ultime 




A.L.B.A. SOSTIENE LA CAMPAGNA
GIU' LE MANI DAI BAMBINI

Sito Ufficiale della Campagna Nazionale Giu Le Mani Dai Bambini

TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Le news Notizie Ultime

Cerca per tag : SOIA, NUTRIZIONE, PROTEINE, emicrania, mal di testa


RUOLO NUTRIZIONALE SOIA Stampa E-mail
Wednesday 24 October 2007

Rating 0.0/5 (0 vote)

 

 

 LA SOIA

ARTICOLO DOTTOR D'ALESSANDRO - NUTRIZIONISTA UNIVERSITA' L'AQUILA

La soia è una pianta erbacea annuale delle Papilionacee, proveniente dalla Cina e dal Giappone, molto diffusa e coltivata per il foraggio e per l'estrazione dell'olio; è formata da foglie trifogliate, grappoli di fiori violetti o bianchi e baccelli con semi oleosi. Ha un elevato contenuto proteico (oltre il 35% contro il 20-25% delle altre leguminose) e lipidico (il 18%) ed è facilmente adattabile a ogni tipo di suolo; ciò la rende interessante da un punto di vista scientifico.Le varietà - Vi sono due varietà di soia: la soia gialla (la più commercializzata) e la soia nera (che invece viene consumata soprattutto sul luogo di produzione). Altri semi vengono chiamati "soia" ma appartengono in realtà alla famiglia dei fagioli: la soia rossa, detta azuki (Phaseolus angularis) e la soia verde, detta fagiolo mung (Vigna radiata). I principali produttori mondiali sono gli Stati Uniti, la Cina, l'India, l'Argentina e l'Italia. La soia è di gran lunga la principale coltura transgenica (nel 2000 il 52% dei quaranta milioni circa di ettari di colture ogm; la coltivazione della soia transgenica è comunque vietata in Europa mentre negli Usa rappresenta il 50% della produzione totale di soia e in Brasile il 64%).

Giudizio alimentare - Rispetto ai legumi nostrani, presenta una ripartizione tra macronutrienti

diversa, fino al 35% di proteine e al 18% di grassi, contro, rispettivamente, il 20% (proteine) e il 2% (grassi) di fagioli, ceci e lenticchie. Inoltre, accanto all'apporto nutrizionale di alto valore, la soia contiene anche gli isoflavonoidi ai quali è riconosciuta un'azione ipocolesterolizzante e di supporto alla produzione ormonale femminile. Grazie all'apporto notevole di lipidi, la soia produce derivati non solo proteici, ma anche con notevole componente di grassi, venendo a sostituire alimenti come il formaggio o l'olio. Inoltre la presenza di fitoestrogeni (estrogeni di origine vegetale) agisce come sostituto degli estrogeni naturali in situazioni di carenza, come la menopausa, contrastando l'insorgere dell'osteoporosi, la cui causa principale è appunto la riduzione della produzione degli estrogeni da parte del corpo femminile. Secondo uno studio dell'Università di Bologna, 60 grammi di proteine di soia sono la dose giornaliera necessaria per contrastare i sintomi più fastidiosi della menopausa, causati appunto dalla caduta di produzione di ormoni sessuali femminili. L'integrazione di fitoestrogeni diminuisce anche la probabilità di cancro al seno, la cui frequenza nelle donne asiatiche è decisamente inferiore a quella delle donne europee. La soia è però un alimento interessante anche per l'uomo, in quanto alcuni studi hanno documentato una connessione tra una dieta ricca di proteine di origine vegetale derivante dalla soia e un basso rischio di contrarre il cancro al colon e alla prostata, due delle cause più diffuse di mortalità tra gli uomini. Come alimento è inoltre importante per gli effetti benefici nella riduzione del colesterolo, nonché come fonte di proteine nell'alimentazione vegetariana. Sicuramente la soia è un ottimo alimento, ma non può essere usato come sostituto universale al posto del latte (latte di soia) o della carne (hamburger vegetali). Non è sovrapponibile perfettamente con i corrispondenti alimenti animali e un eccessivo consumo di soia rende difficoltoso l'assorbimento di micronutrienti come lo zinco. Inoltre è del tutto ingiustificata la sostituzione dell'olio d'oliva con quello di soia. La posizione più ragionevole consiste nel considerare la soia un valido alimento alternativo a quelli di origine animale, facendoli convivere tutti nella propria dieta.

Soia (semi, maturi)

 Scarto: 0%  
Nome scientifico:  Glicina max
 
Nutrienti Unità Valore per
100 g
Numero
di
campioni
Errore
std.
Principali     
Acqua g8.544330.142
Calorie kcal4160 
Calorie kj17420 
Proteine g36.494540.205
Lipidi g19.943640.183
Ceneri g4.871900.092
Carboidrati (per differenza) g30.160 
Fibre g9.30 
Minerali     
Calcio, Ca mg277715.268
Ferro, Fe mg15.70780.741
Magnesio, Mg mg280499.19
Fosforo, P mg7048211.33
Potassio, K mg17975628.702
Sodio, Na mg251.084
Zinco, Zn mg4.89600.073
Rame, Cu mg1.658600.029
Manganese, Mn mg2.517580.099
Selenio, Se mcg17.80 
Vitamine     
Vitamina C, acido ascorbico mg6.03 
Tiamina (B-1) mg0.874500.039
Riboflavina (B-2) mg0.870210.196
Niacina (B-3) mg1.623320.303
Acido pantotenico (B-5) mg0.79360.189
Vitamina B-6 mg0.37760.065
Folati, totale mcg3750 
Acido folico mcg00 
Folato, alimentare mcg3750 
Folato, DFE mcg_DFE3750 
Vitamina B-12 mcg0.000 
Vitamina A, UI UI00 
Vitamina A, RAE mcg_RAE00 
Retinolo mcg00 
Vitamina E (alpha-tocoferolo) mg0.850 
Vitamina K (fillochinone) mcg47.00 
Lipidi     
Acidi grassi, saturi g2.8840 
14:0 g0.0550 
16:0 g2.1160 
18:0 g0.7120 
Acidi grassi, monoinsaturi g4.4040 
16:1 non differenziato g0.0550 
18:1 non differenziato g4.3480 
Acidi grassi, polinsaturi g11.2550 
18:2 non differenziato g9.9250 
18:3 non differenziato g1.3300 
Colesterolo mg00 
Fitosteroli mg1610 
Aminoacidi     
Triptofano g0.53061 
Treonina g1.585148 
Isoleucina g1.770132 
Leucina g2.972132 
Lisina g2.429156 
Metionina g0.492162 
Cistina g0.588137 
Fenilalanina g1.905132 
Tirosina g1.380127 
Valina g1.821132 
Arginina g2.831131 
Istidina g0.984131 
Alanina g1.719126 
Acido aspartico g4.589126 
Acido glutammico g7.068126 
Glicina g1.687127 
Prolina g2.135141 
Serina g2.115142 
 
Ultimo aggiornamento ( Wednesday 31 October 2007 )
 
< Prec.   Pros. >