A.L.B.A. SOSTIENE LA CAMPAGNA
GIU' LE MANI DAI BAMBINI

Sito Ufficiale della Campagna Nazionale Giu Le Mani Dai Bambini

TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Le news Non categorizzato

Statuto Stampa E-mail

Rating 0.0/5 (0 vote)

DENOMINAZIONE-SEDE-DURATA-SCOPO

ARTICOLO 1 -  E' costituita l'Associazione Scientifica denominata "A.L.B.A. Associazione Lifestyle Benessere e Alimentazione".

ARTICOLO 2 -  Essa avrà sede in L'Aquila, Frazione Preturo (AQ), Via Amiternina n. 53.L'Associazione ha durata fino al 31 (trentuno) dicembre 2050 (duemilacinquanta). Con il Consiglio Direttivo del 13 dicembre 2009, a causa del sisma che ha colpito la città e con essa la nostra struttura, a modifica dell'art. 2, l'a sede viene temporaneamente ubicata in Via del Picchio, 5 in L'Aquila.

ARTICOLO 3 - Tale Associazione è un Ente Scientifico che aggrega e riunisce, senza limitazione, Medici-Chirurghi, Odontoiatri, Biologi, Farmacisti ed Informatori Medico Scientifici del Farmaco, Nutrizionisti, Consulenti Nutrizionali, Tecnologi del Fitness e prodotti per la salute e quant'altri si occupino di problematiche legate all'alimentazione, alla nutrizione, alla dietetica, alla promozione ed alla diffusione dell'attività motoria, alla corretta applicazione di un sano stile di vita ed alla prevenzione degli stati patologici derivanti dalla mancata osservanza delle corrette abitudini alimentari e di vita, nelle varie strutture e settori di attività. Essa è apartitica, apolitica, aconfessionale, non svolge alcuna attività sindacale nè ha finalità alcuna in questo ambito, non ha fini di lucro, non esercita alcuna attività imprenditoriale o partecipazione ad essa, salvo quelle necessarie per il perseguimento degli obiettivi di cui al presente statuto.

ARTICOLO 4 – Detto Ente Scientifico ha lo scopo di:
a) favorire l'aggiornamento professionale e la condivisione di informazioni, con riferimento alle precipue finalità statutarie, fra singoli operatori sanitari, tutte le altre figure professionali inerenti e quant'altri interessati;
b) collaborare con il Ministero della Salute, le Regioni, le Aziende Sanitarie, le Università, gli altri organismi e Istituzioni, le Aziende ed i privati;
c) diffondere sul territorio gli strumenti, i metodi e l'informazione volti alla promozione della prevenzione sanitaria nella popolazione generale e, specificatamente, tra questi, quelli legati ad una sana alimentazione ed un corretto stile di vita;
d) svolgere attività di promozione, studio e ricerca nell'ambito di alimentazione, nutrizione, dietetica,  prevenzione sanitaria, attività motoria, sport, corretto stile di vita, integrazione e sostituzione alimentare, nonchè l'esecuzione di trials di studio,  ricerche scientifiche ed epidemiologiche finalizzate, nonchè avviare rapporti di collaborazione con altre società ed organismi scientifici, enti di diritto pubblico, aziende e privati;
e) organizzare attività didattica in collaborazione con Enti di diritto pubblico, Aziende e privati;  riunioni, convegni, seminari e congressi, con particolare attenzione al settore dell'alimentazione, della prevenzione, dell'attività motoria, dello sport e del corretto stile di vita; svolgere attività formativa e didattica, anche attraverso programmi di aggiornamento e di formazione professionale e/o culturale, anche nell'ambito dell'Educazione Continua in Medicina o di forme che dovessero sostituirla;
f) promuovere e curare la redazione, la pubblicazione e la diffusione di studi, riviste, periodici, testi scientifici e/o divulgativi, supporti informatici, utilizzando qualsiasi mezzo di comunicazione;
g) promuovere l'informazione e la crescita culturale della popolazione generale  sulle problematiche derivanti da  stili di vita non corretti, sulla prevenzione e trattamento delle patologie ad essi legate, anche fornendo conoscenze scientifiche accertate e validate,  utili per garantire un'informazione corretta e trasparente;
h) promuovere l'informazione sulle problematiche derivanti da  stili di vita non corretti all'interno di Scuole di ogni ordine e grado, Associazioni la cui finalità sia inerente il presente Statuto, Associazioni Sportive e ricreative, Associazioni di Consumatori (in particolare di imprese operanti nei settori dell'alimentazione, anche dell'infanzia, fitness, sport e stile di vita corretto);
i) proporre alla popolazione una valida informazione riguardo al fitness e ai materiali e metodi, anche sotto forma di prodotti, per la promozione della salute, nonchè la tecnologia ad essi applicata;
l) promuovere la qualificazione professionale e la crescita culturale degli associati, nella direzione dell'acquisizione di competenze e/o informazioni scientificamente valide, nonchè fornire un supporto didattico durante gli studi per il conseguimento del diploma universitario in  discipline attinenti alle finalità dell'associazione, anche in collaborazione con gli Istituti, Enti ed altri soggetti giuridici anche Europei, extra Europei, Nazionali o Regionali, Provinciali, Comunali preposti.


PATRIMONIO ED ESERCIZI SOCIALI

ARTICOLO 5 -  Il patrimonio è costituito:
a) dalle quote associative degli iscritti;
b) da eventuali legati e donazioni;
c) da eventuali contributi di Enti di diritto pubblico, aziende o privati;
d) dai beni mobili ed immobili che diverranno di proprietà  dell'Associazione;
e) da eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio.

ARTICOLO 6 - Le entrate dell'Associazione sono costituite:
a) dalle quote sociali;
b) dal ricavato dell'organizzazione di corsi didattici,  congressi e convegni, realizzazione di testi scientifici o divulgativi, supporti informatici e quant'altro;
c) da contributi degli associati e/o enti pubblici nonchè di soggetti privati, con esclusione di finanziamenti che configurino conflitto di interesse con il Servizio Sanitario Nazionale e le Università, anche se forniti attraverso soggetti collegati.
ARTICOLO 7 – Il finanziamento delle attività formative e culturali, comprese quelle E.C.M. (Educazione Continua in Medicina) o regolamentate da future forme normative di aggiornamento scientifico da parte di Stato, Regioni od Enti di diritto pubblico o Aziende, è previsto attraverso l'autofinanziamento, le quote di partecipazione dei corsisti (sia Soci che non Soci dell'Associazione),  i contributi degli associati e/o degli enti pubblici e privati, ivi compresi i contributi delle industrie farmaceutiche, dell'integrazione alimentare, dei pasti sostitutivi, delle formule e degli alimenti;  dei produttori degli ausili, attrezzature e strumenti per l'attività motoria e  sportiva; dei dispositivi medici; nonchè nel rispetto dei criteri e dei limiti stabiliti dalla Commissione Nazionale per la Formazione Continua, o degli Organi che dovessero in futuro sostituirla o integrarla.

ARTICOLO 8 -  L'esercizio finanziario si chiude al 31 dicembre di ogni anno. Entro novanta (90) giorni dalla fine di ogni esercizio verrà predisposto dal Consiglio Direttivo il bilancio, sia consuntivo che preventivo.Tale bilancio dovrà essere esposto presso la sede legale a partire dalla data dell'avviso di convocazione dell'Assemblea, a disposizione degli Associati che intendessero consultarlo. Il bilancio stesso dovrà rimanere depositato presso la sede legale anche dopo la sua  approvazione.E' vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonchè fondi, riserve o capitale, durante la vita dell'Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposti dalla legge.

ARTICOLO 9 - SOCI

I Soci dell'Associazione si distinguono in fondatori, onorari, ordinari, sostenitori ed aderenti. Tutti i Soci sono tenuti all'osservanza del presente Statuto e dei regolamenti che l'assemblea riterrà opportuno emanare.

Sono Soci Fondatori gli intervenuti nell'atto costitutivo dell'Associazione medesima.

  • Sono Soci Onorari personalità scientifiche o cliniche di chiara fama che abbiano contribuito in modo particolare allo sviluppo ed alla conoscenza delle tematiche oggetto dell'attività dell'Associazione stessa. I Soci onorari sono nominati ad insindacabile giudizio del Consiglio Direttivo e possono partecipare alle riunioni organizzate dall'Associazione, senza diritto di voto.
  • Sono Soci Ordinari tutti coloro che, nelle specifiche discipline o settore di attività, ovvero per interesse culturale, coltivano e perseguono le finalità dell'Associazione stessa. La nomina a Socio Ordinario avviene esclusivamente previa presentazione del richiedente da parte di almeno due soci fondatori o ordinari; Il Consiglio Direttivo deciderà il conferimento della nomina, a suo insindacabile giudizio e, comunque, solo dopo valutazione del curriculum vitae del richiedente ed accertamento del possesso di almeno due dei seguenti requisiti: a)  diploma di laurea V.O. (vecchio ordinamento) o specialistica in Medicina e Chirurgia,  Odontoiatria, Biologia, Farmacia; oppure  diploma di laurea V.O. (vecchio ordinamento) o specialistica in discipline ritenute ad insindacabile giudizio del Consiglio Direttivo attinenti le finalità dell'Associazione;b) attestato di partecipazione e profitto a corsi di formazione attinenti organizzati dall'Associazione. Per i corsi non organizzati dall'Associazione, si procederà alla valutazione dei programmi e degli attestati prodotti, secondo le modalità che verranno stabilite dal Consiglio Direttivo;c) comprovato impegno nello studio e/o nella risoluzione di problemi inerenti l'alimentazione, la dietetica e/o la nutrizione, la prevenzione, l'attività motoria, lo sport ed il corretto stile di vita,  in qualsiasi settore di attività lavorativa (Sanità, Università, Didattica, Ricerca, Libera Professione, Industria); ovvero nello studio di tali problemi per finalità di accrescimento culturale personale
  • Sono Soci Sostenitori persone (fisiche e giuridiche) benemerite che contribuiscono con la loro esperienza, per intelletto, prestigio e mezzi al perseguimento degli scopi dell'Associazione. Possono partecipare alle riunioni organizzate dall'Associazione senza diritto di voto.
  • Sono Soci Aderenti gli Enti, le Associazioni, le Aziende, le persone giuridiche e le persone fisiche la cui attività abbia affinità con le attività e gli scopi dell'Associazione. La loro nomina avviene a insindacabile giudizio del Consiglio Direttivo, previa domanda dell'interessato. Non hanno diritto di voto nelle assemblee.

Dovere assoluto dei Soci è quello di mostrare interesse continuo verso gli obiettivi dell'Associazione e di partecipare alle sue iniziative e manifestazioni, nonchè di divulgare la loro appartenenza in maniera chiara e visibile ad ogni evento ove dovessero partecipare, in modo da favorire l'aggregazione di futuri membri con l'obiettivo del più ampio perseguimento degli obiettivi scientifico-culturali dell'Associazione scientifica di cui al presente atto. Un Socio cessa dalla sua appartenenza all'Associazione per spontanee sue dimissioni o qualora non rispetti i doveri indicati nel presente articolo, compreso il pagamento della quota sociale annuale o, comunque, quando la sua attività o il suo comportamento si ponessero in contrasto con le direttive dell'Associazione, attentasse al decoro ed alla dignità dell'Associazione o di singoli soci, diffamasse con qualsiasi mezzo l'Associazione o  singoli soci, altri soci, promuova o ponga in essere attività e/o comportamenti che costituiscano impedimento al raggiungimento dello scopo sociale o  pregiudizio alla sopravvivenza dell'Associazione Scientifica stessa.La delibera di esclusione deve essere comunicata al Socio mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento.La riammissione potrà essere richiesta soltanto dopo che siano cessate le cause che l'hanno determinata.

ARTICOLO 10 - ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE

Sono organi dell'Associazione:
A) il Consiglio Direttivo;
B) il Comitato Scientifico;
C) l'Assemblea dei Soci.

ARTICOLO 11 - CONSIGLIO DIRETTIVO

II Consiglio Direttivo è composto da tre a sette membri (secondo il numero determinato dagli associati al momento della nomina in Assemblea), delibera a maggioranza. II Consiglio Direttivo si riunisce in seduta ordinaria almeno ogni 12 (dodici) mesi e, comunque, ogni qualvolta ne ravvisino la necessità il Presidente o almeno due membri del Consiglio stesso, deliberando a maggioranza dei presenti.I Consiglieri potranno essere rappresentati per delega, ma ciascun Consigliere non potrà ricevere più di una delega.Il Consiglio Direttivo resta in carica cinque (5) anni dalla nomina. I Consiglieri sono rieleggibili. In caso di rinuncia della carica di uno dei componenti, se il Consigliere rinunciante è Socio Fondatore, sarà sostituito da altro socio nominato dallo stesso Consiglio Direttivo.
Se Consigliere non è Socio Fondatore, sarà sostituito dal primo dei soci ordinari non eletti. I membri del consiglio così nominati dureranno in carica fino alla scadenza dell'intero Consiglio.Esso sarà presieduto dal Presidente o, in sua assenza, dal componente più anziano.Il Consiglio è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell'Associazione; provvede alla compilazione del bilancio preventivo e consuntivo ed alla sua presentazione all'Assemblea.

ARTICOLO 12 - PRESIDENTE

Il Presidente viene eletto dal Consiglio Direttivo tra i suoi membri, resta in carica cinque (5) anni dalla nomina ed è rieleggibile; dirige l'Associazione; ha la legale rappresentanza dell'Associazione e ne firma ogni atto; convoca e presiede le riunioni del Consiglio Direttivo e dell'Assemblea; adempie a tutte le funzioni presidenziali.In caso o di assenza o impedimento può essere sostituito dal Vice-Presidente, eletto sempre dal Consiglio Direttivo tra i suoi membri.

ARTICOLO 13 - SEGRETARIO E TESORIERE (se nominati)

Il Segretario (nominato tra i membri del Consiglio Direttivo dal Consiglio medesimo) ha il compito di redigere i verbali del Consiglio Direttivo e dell'Assemblea; ha la responsabilità amministrativa per l'esercizio delle attività dell'associazione.
II Tesoriere (nominato tra i membri del Consiglio Direttivo dal Consiglio medesimo) ha la responsabilità della contabilità interna e della cassa.

ARTICOLO 14 - COMITATO SCIENTIFICO

Il Comitato Scientifico (che ha durata quinquiennale ed è nominato dal Consiglio Direttivo) è composto da un minimo di tre soci ad un massimo di quindici. Esso ha funzione consultiva, affiancando il consiglio Direttivo nelle attività specifiche. Il Presidente del Comitato Scientifico viene eletto  dal Consiglio Direttivo e resta in carica 5 (cinque) anni e vi sono ammessi tutti i soci in regola con il pagamento della quota sociale annuale.

ARTICOLO 15 - ASSEMBLEA

L'Assemblea è l'organo  sovrano dell'associazione; è composta da tutti gli aderenti e si riunisce almeno una volta l'anno per l'approvazione del bilancio consuntivo e del bilancio preventivo.Essa determina le modalità di realizzazione degli obiettivi statutari ed in particolare:
a) fissa i criteri di ammissione ed esclusione dei Soci;
b) nomina il Consiglio Direttivo;
c) delibera eventuali modifiche del presente Statuto;d) approva i regolamenti che disciplinano e regolano le attività della associazione.L'Assemblea è convocata dal Presidente  mediante avviso da affiggersi presso la sede almeno otto giorni prima della riunione stessa, ed e-mail indicante luogo, data,  ora ed ordine del giorno della riunione da inviare ai Soci. Il Presidente deve convocare l'assemblea, oltre che nei casi previsti dal presente atto, anche qualora ne facciano richiesta  almeno un decimo dei Soci con diritto di voto o tre componenti del Consiglio Direttivo.L'assemblea è validamente costituita se risultano presenti almeno la metà più uno degli aventi diritto, in prima convocazione. In seconda convocazione l'Assemblea sarà validamente costituita qualunque sarà il numero dei presenti. Sono ammesse deleghe purchè conferite ad altro socio, che non può essere portatore che di un massimo di tre deleghe.Le deliberazioni dell'assemblea sono assunte a maggioranza dei votanti.L'assemblea è presieduta dal Presidente o, in sua assenza, dal Vicepresidente.Il Presidente dell'Assemblea constata la regolarità di costituzione dell'organo e regola lo svolgimento del dibattito; delle riunioni è redatto un verbale stilato dal Segretario e firmato dal Presidente e dal Segretario.Per le modifiche del presente statuto è necessario il voto favorevole dei 2/3 (due terzi) degli aventi diritto al voto in Assemblea.

ARTICOLO 16 - QUOTA ASSOCIATIVA 

La quota associativa viene stabilita annualmente dal Consiglio Direttivo.Sono tenuti al versamento della quota tutti gli associati, ad esclusione dei soci Fondatori ed onorari.

ARTICOLO  17 - ENTRATE EVENTUALI EXTRA-QUOTE

Nell'eventualità che, per una qualsiasi attività economicamente produttiva dell'Associazione, vi siano introiti extra quote associative, questi, al netto delle spese necessari per produrli, si accantoneranno insieme alla stesse quote in cassa, per le spese ordinarie e straordinarie.

ARTICOLO  18 - RINVIO

Per tutto quanto non previsto dal presente statuto si fa rinvio alle norme di legge ed ai principi generali dell'ordinamento giuridico italiano.