english espanol francais
Sei in: Home arrow Le news arrow INGIUSTIFICATO ATTACCO AI SUPPLEMENTI VITAMINICI SU PANORAMA arrow Notizie arrow Ultime 




A.L.B.A. SOSTIENE LA CAMPAGNA
GIU' LE MANI DAI BAMBINI

Sito Ufficiale della Campagna Nazionale Giu Le Mani Dai Bambini

TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Le news Notizie Ultime

Cerca per tag : SOIA, NUTRIZIONE, PROTEINE, emicrania, mal di testa


INGIUSTIFICATO ATTACCO AI SUPPLEMENTI VITAMINICI SU PANORAMA PDF Stampa E-mail
Tuesday 24 March 2009

Rating 0.0/5 (0 vote)

LA REPLICA DELL'ASSOCIAZIONE - EDITORIALE-  IL COMMENTO DEL PROFESSOR GARGIULO

Ci aveva colpito, a causa dei toni terroristici, l'articolo apparso su Panorama alcuni giorni fa, relativamente ai rischi anche "mortali" delle Vitamine. La cosa, francamente, appare eccessiva ed azzardata.  Noi, a nome dei nostri associati, avevamo già preso posizione, con una mail inviata alla professoressa Marisa Porrini di Milano, più volte citata dalle autrici dell'articolo come fonte. Alla mail ad oggi non abbiamo avuto risposta. Rinnoviamo comunque la già espressa disponibilità dell'Associazione ad ospitare la replica sul sito, qualora la Professoressa lo desideri.

Avevamo fatto notare alla Professoressa Porrini, in maniera serena e pacata che, se da una parte si parla di quantità di vitamine contenute negli integratori, non si fa alcun riferimento alle quantità di alimento da assumere, qualora lo stesso intake vitaminico si volesse ottenere solo dal cibo. Il mondo scientifico è ormai concorde nel riconoscere quanto tempi di conservazione, sfruttamento dei terreni ed altre concause abbiamo talmente impoverito i cibi da renderli se non  "involucri vuoti", assai scadenti. A tale proposito vale la pena ricordare l'analisi svolta dal professor Liesen, tramite il Ministero tedesco dell'Agricoltura, durata dal 1985 al 1996, citata in un Master sull'integrazione alimentare alcuni anni fa da Nicoletta Proietti (nella foto), Direttivo A.L.B.A. Il quadro era desolante, con crolli del contenuto in vitamine negli alimenti impressionanti e si parla di una fotografia del problema risalente ormai al 1996! Tornando a Panorama, nell'articolo  si omette di citare che il contenuto vitaminico di molti integratori è oggi microdosato, come ulteriore precauzione.  Si forniscono poi avvertenze a iosa per i supplementi nutrizionali, ma non, ad esempio, relativamente al caso di concomitante impiego di alimenti e farmaci (si consiglia di abbondare con le verdure a foglia larga, ricche di vitamina K, ma non si parla di interferenza, ad esempio con i cumadinici).  Relativamente al consumo di soia, si consigliano un paio di manciate da assumere al giorno (OGM magari?), senza specificare se soia gialla, fagiolo azuki ecc e senza rimarcare, parlando di soia non trattata per abbatterne la quota, del ruolo inibente l'assorbimento svolto dai fitati in essa contenuti.
Ad una attenta osservazione, trovandoci all'inizio del periodo di massima stagionalità per gli integratori, e ad un livello di vendite mai raggiunto prima (complice anche la virata di alcune majors farmaceutiche dal farmaco ad un nuovo interesse verso l'integratore) pare quasi che ciclicamente, all'inizio della primavera, il bersaglio sia quello di colpire il mercato del Benessere (vedi Panorama dell'aprile 2007, lì il bersaglio erano i farmaci per dimagrire).
Concludiamo la mail, per spirito di obiettività, dicendoci d'accordo con la Professoressa Porrini e con le autrici dell'articolo sul fatto che vadano invece intensificati controlli e verifiche, specie sul web, per garantire una perfetta rispondenza fra affermazioni ed effettiva aderenza dell'integratore alle stesse. Sugli integratori  si sente dire di tutto e di più da parte di chi li propone, questo è il paradosso ed il limite maggiore che rischia di mettere in cattiva luce utili ausillii per la Salute.
Punta invece  l'indice anche sulle carenze post terapia antibiotica o legate all'invecchiamento nella sua replica Pierluigi Gargiulo (nella foto). Questo il parere  del Professor Pierluigi Gargiulo, autorevole membro del Board A.L.B.A., Medico Sportivo, Università  Tor Vergata  Medicina dello Sport, Referee Ministero Salute per la Medicina Sportiva: “E’ vero che rispetto al passato la dieta contemporanea fa si’ che nell’individuo sia difficile riscontrare una carenza di vitamine o di altri elementi utili, se non necessari, al benessere. Ma questo vale sulla carta e non tiene conto che lo stile alimentare della maggior parte delle persone non segue criteri di corretta alimentazione.  Non solo, esistono moltissimi stati “sub-carenziali” che necessitano di un supplemento di vitamine o di altri elementi e gli esempi sono sotto gli occhi di tutti, oltre ad essere molto diffusi. Basti pensare a chi viene sottoposto ad una cura con antibiotici, che richiede sicuramente un’integrazione, a molte malattie della pelle, ma anche a determinati stati come quelli di ansia e stress o l’invecchiamento, solo per citare alcuni esempi dove e’ dimostrato che attraverso una corretta integrazione si possono ottenere importanti benefici. Giusto sottolineare sempre che questo tipo di prodotti va assunto sotto consiglio del medico, che anche per gli integratori, come accade per i farmaci, e’ da evitare il fai da te. Posto tutto cio’ ritengo che il pezzo di Panorama non informi correttamente il pubblico e demonizzi in modo a dir poco scorretto un intero settore”.
Ultimo aggiornamento ( Wednesday 10 March 2010 )
 
< Prec.   Pros. >