english espanol francais
Sei in: Home arrow Le news arrow SPORT COME FARMACO? LA PAROLA ALL'ESPERTO arrow Notizie arrow Ultime 




A.L.B.A. SOSTIENE LA CAMPAGNA
GIU' LE MANI DAI BAMBINI

Sito Ufficiale della Campagna Nazionale Giu Le Mani Dai Bambini

TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Le news Notizie Ultime

Cerca per tag : SOIA, NUTRIZIONE, PROTEINE, emicrania, mal di testa


SPORT COME FARMACO? LA PAROLA ALL'ESPERTO PDF Stampa E-mail
Thursday 11 December 2008

Rating 0.0/5 (0 vote)

Presentato il progetto "L'esercizio fisico come farmaco". L'iniziativa, nata a Ferrara, prevede la prescrizione da parte dei medici di famiglia di movimento fisico al posto dei medicinali, per studiarne i benefici per la salute e i risparmi per le casse pubbliche. L'esercizio fisico è un vero e proprio medicinale. Partirà da questo presupposto un progetto ad hoc dell'Azienda sanitaria locale di Ferrara e dell'assessorato alle Politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna, che coinvolgerà 300 medici di medicina generale e 11 mila pazienti fra diabetici, ipertesi e anziani fragili.  Il commento del prof. MARCO DE ANGELIS.
La notizia
A tutti verrà consegnato un opuscolo sul movimento da effettuare, nonché un contapassi per controllare che eseguano le indicazioni giuste. I primi risultati verranno presentati a giugno 2009, mentre quelli definitivi a giugno 2010, con le cifre sui benefici e i risparmi ottenuti. Il progetto "L'esercizio fisico come farmaco" è sostenuto dalla Fondazione Carife e dalla Cassa di risparmio di Ferrara, oltre che dall'Associazione delle farmacie comunali (Assofarm) che distribuiranno gratuitamente in tutta Italia lo stesso opuscolo utilizzato per l'iniziativa emiliana in 500 mila copie. Ancora i farmacisti, perciò, come già era successo per la campagna "Farmaci e sport" promossa da FOFI e appena conclusa, sono il referente immediato per dispensare consigli di salute. "Dai numerosi appelli lanciati alle coscienze dei cittadini - ha detto Fosco Foglietta, direttore generale dell'Ausl di Ferrara - siamo passati a strutturare percorsi precisi, come fossero vere e proprie prestazioni sanitarie. E se nel corso di un anno riusciremo a dimostrare che le condizioni dei pazienti migliorano o rimangono buone, e che si producono risparmi, il progetto diventerà facilmente replicabile in altri contesti, con enormi benefici per il Sistema sanitario nazionale". L'iniziativa ha anche l'approvazione del sottosegretario al Welfare Ferruccio Fazio "Stiamo pensando a un modello per riuscire a inserire l'attività fisica nei Livelli essenziali di assistenza (Lea). L'obiettivo è mettere a sistema l'esperienza di Ferrara, che eventualmente potrà essere trasferita in altre Regioni. Potremmo incominciare con altre due o tre situazioni analoghe, per poi estendere l'idea a tutto il territorio nazionale", ha dichiarato il sottosegretario.

Cosa ne pensa il Prof. De Angelis
Il progetto è sicuramente molto interessante, ma sorgono alcuni dubbi:
- Forse gli italiani non sapevano già prima che l’attività fisica facesse bene ?- Gli italiani si inizieranno a muovere per far risparmiare le casse pubbliche ?- Gli italiani seguiranno tutti immediatamente il consiglio generico di “fare attività fisica” dato dai loro medici, la maggior parte dei quali sedentari, e/o in franco soprappeso, e/o che fumano ? Perché questo ed altri progetti possano realmente funzionare ci vuole quindi qualcuno, non certo il medico di famiglia, che segua gli italiani nel progetto, che ne segua i cambiamenti nel suo stile di vita, in tutti i suoi aspetti, compresa l’alimentazione.Ci vuole quindi una sorta di “Assistente” in questo non facile percorso di avvicinamento al benessere.Una figura professionalmente qualificata, ma non necessariamente un medico, che abbia come compito primario quello di seguire ogni individuo, consigliandolo nelle singole scelte per poter realizzare nella sua giornata quotidiana un corretto stile di vita. 

Prof.  Marco De Angelis  Human Movement and Sport Science Faculty, University of L’Aquila, Italy, Italy

Ultimo aggiornamento ( Sunday 22 February 2009 )
 
< Prec.   Pros. >